Windows Server, novità sul rilascio e prima build Insider 16237

Il 15 giugno 2017 Microsoft ha annunciato un nuovo modello di rilascio di Window Server, allineandolo quindi a Windows 10 e Office 365. Viene infatti introdotto il Windows Server Semi-annual Channel, ovvero saranno rilasciate nuove funzionalità per Windows Server a coloro che si stanno muovendo verso una “cadenza Cloud” – ad esempio con cicli di sviluppo molto rapidi – e vogliono essere sempre al passo con i tempi. Saranno disponibili nuove versioni di Windows Server 2 volte all’anno, in primavera e in autunno. Ogni versione rilasciata in questo nuovo ramo sarà supportata per 18 mesi a partire dal rilascio iniziale, mentre il modello classico/familiare (ora chiamato LTS – Long-term Servicing Branch) resta invariato con i relativi aggiornamenti di sicurezza e non.

La maggior parte delle funzionalità rilasciate nel Semi-annual Channel saranno introdotte nella successiva edizione LTS (generalmente ogni 2-3 anni) di Windows Server. Le edizioni, le funzionalità e il supporto dei contenuti potrebbero variare in base ai feedback degli utenti

Il nuovo ramo di manutenzione sarà disponibile a tutti coloro con un contratto di licenza a volume tramite Software Assurance, nonché tramite il Marketplace di Azure o altri provider di servizi Cloud/Hosting e programmi speciali quali MSDN.

In questo nuovo modello, le nuove versioni di Windows Server vengono identificate dall’anno e dal mese. Per esempio, nel 2017, il rilascio autunnale (settembre 2017) sarà identificato dalla versione 1709, mentre quello primaverile (marzo 2018) dalla 1803.

Rami di manutenzione e opzioni d’installazione

I rami di manutenzione disponibili variano in base all’edizione di Windows Server installata. Come mostra la tabella sottostante, il nuovo Semi-annual Channel sarà disponibile soltanto per le opzioni Nano Server e Server Core di Windows Server:

Opzione Semi-annual Channel (Windows Server) Long-term Servicing Channel (Windows Server 2016)
Nano Server Si No
Server Core Si Si
Server con la Desktop Experience No Si

Prima build Insider di Windows Server

Dopo l’introduzione sulla nuova strategia di rilascio per Windows Server ritorniamo a qualche mese fa, quando vi abbiamo parlato dell’annuncio del programma Windows Insider dedicato ai professionisti IT (WIP4Biz). Finalmente è arrivata la prima build di Windows Server dedicata agli Insider, nello specifico la 16237. Per poterla scaricare è richiesta la registrazione al programma Windows Insiders for Business o al classico dei Windows Insider.

Microsoft sottolinea che le edizioni Windows Server Datacenter Core e Standard Core sono “senza testa” e, quindi, vengono gestite meglio in remoto. Per maggiori informazioni trovate la guida sul come Configurare un’installazione Server Core di Windows Server 2016 con Sconfig.cmd. I dettagli aggiornati sull’amministrazione in remoto saranno rilasciati con le future release Insider.

Novità di Windows Server build 16237

Il changelog è molto corposo e lo trovate per intero a questo link. Di seguito i punti salienti:

  • Memoria Persistente. La memoria persistente (PMEM) può essere esposta alle macchine virtuali create con Hyper-V
  • Passthrough della batteria. Una VM potrà visualizzare lo stesso stato della batteria del sistema host
  • Miglioramenti alla rete di Containers.
  • RDMA (Remote Direct Memory Access) per macchine guest attendibili.
  • Miglioramenti per l’architettura di rete SDN (Software Defined Networking).
  • Miglioramenti alla rete di trasporto.
  • Miglioramenti per HTTP(s).
  • Miglioramenti per la misurazione accurata del tempo.
  • Nano Server ottimizzato per i Containers.
  • Ottimizzazioni all’immagine base di Server Core.

Come scaricare la build 16237

La prima build Insider di Windows Server è disponibile per il download a questo link. Le immagini corrispondenti per i Containers saranno disponibili attraverso l’Hub di Docker. Maggiori informazioni qui.

Le seguenti chiavi sono disponibili per un numero illimitato di attivazioni di Windows Server. Esse possono essere utilizzate per tutto il ciclo di pre-rilascio.

  • Server Datacenter Core: B69WH-PRNHK-BXVK3-P9XF7-XD84W
  • Server Standard Core: V6N4W-86M3X-J77X3-JF6XW-D9PRV

Come sempre vi consigliamo d’installare queste build Insider in ambienti di test. Trovate uno spazio dedicato agli Insider di Windows Server nella Microsoft Tech Community.

Translate »